• IT
  • EN
  • RU
  • FaqContatti

    I numerosi "vertici" che si muovono sullo schermo sono uno strumento a disposizione dei Visitatori di questo sito: basta un click per usarli, per progettare un grande successo!

     

    “Per avere in mano la propria vita, si deve controllare la quantità e il tipo di messaggi a cui si è esposti.”

     - Chuck Palahniuk -

     

    I nuovi vincitori del Premio Cognitio et Vis

    I vincitori della seconda edizione del Premio COGNITIO ET VIS sono il Prof. Alexiei Dingli, il Prof. Andrea Lenzi e l'Arch. Giuseppe Cappochin.

    Posted on 23/11/2018 by Redazione #apicespeople

    Tempo stimato di lettura: 5' 20''

    E' stato consegnato il 21 novembre scorso il Premio COGNITIO ET VIS seconda edizione (2018), a conclusione dei lavori del terzo #apicesday New culture of cities.

    La Commissione presieduta dall’ex Presidente del C.N.R. Prof. Fabio Pistella, composta da otto rappresentanti dei quattro Enti promotori del Premio - la nostra Associazione Professionisti ed Imprese per la Cooperazione Economica e Sociale - APICES, la Fondazione Roma Europea, l'Istituto Italiano per l'Anticorruzione e CO.RE - Scuola di Alta Formazione in Conservazione e Restauro - quest'anno ha assegnato il Premio a tre illustri figure, particolarmente meritorie dell'ambito dei settori d'interesse per la tematica della smart city, vero leit motiv di tutto l'evento.

    Ecco le motivazioni.

    Alexiei Dingli

    Informatico di grande fama nel proprio Paese ed all’estero, Direttore del Dipartimento di Artificial Intelligence presso la Facoltà di Information & Communication Technology della University of Malta, fondatore della International Game Developers Association, il Prof. Alexiei Dingli ha contributo in modo determinante al progetto di Advanced Knowledge Technologies della prestigiosa University of Sheffield, una delle più grandi collaborazioni di ricerca interdisciplinare al mondo. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, ha compiuto fondamentali studi in tema di mobile technology e smart cities, per i quali ha ricevuto riconoscimenti internazionali ed un premio dell’Agenzia Spaziale Europea - ESA. Da responsabile giovanile nazionale di un partito politico di Malta, ha promosso la creazione del Valletta Community Network, una rete di organizzazioni no-profit che opera nella dimensione sociale, offrendo un fondamentale supporto al settore del welfare. Dal 2008 è il sindaco della Capitale maltese, La Valletta, che ha governato anche nel ruolo di Capitale Europea della Cultura per il 2018. Giovane e dinamica figura emergente sullo scenario della ricerca informatica internazionale, uomo delle istituzioni amato dai propri concittadini, capace di contribuire alla costruzione di un futuro più sostenibile e che garantisca un miglioramento della qualità della vita, il Prof. Alexiei Dingli rappresenta la tipica figura accademica, istituzionale, imprenditoriale, delle libere professioni o delle arti, che il Premio “Cognitio et Vis” si prefigge di celebrare quale modello di competenza e virtù.

    Andrea Lenzi

    Presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, nonché del Comitato Nazionale dei Garanti per la Ricerca presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; Componente del Consiglio Superiore di Sanità presso il Ministero della Salute e Direttore della Sezione di Fisiopatologia medica ed Endocrinologia del Dipartimento di Medicina Sperimentale della Sapienza - Università di Roma, già Presidente del Consiglio Universitario Nazionale - CUN, il Prof. Andrea Lenzi, autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche, è un faro che ormai da molti anni illumina lo scenario della ricerca scientifica nazionale ed internazionale. Promotore e presidente dell’Health City Institute, ha saputo coniugare il rigore della scienza alla flessibilità del rapporto con i diversi stakeholders coinvolti nel processo di ammodernamento delle città, lavorando al fianco di parlamentari e sindaci, pubblici amministratori e dirigenti sia nazionali che locali, imprese e cittadini, per diffondere il concetto di salute come bene collettivo, da preservare e valorizzare attraverso politiche volte a promuovere, nelle smart cities, iniziative che rendano le persone fisicamente attive nella loro quotidianità e maggiormente consapevoli dell’importanza di stili di vita sani. Tutto ciò con il nobile fine ultimo di assicurare delle città migliori, più vivibili e più salutari, per i cittadini di oggi e di domani. Tale impegno etico e sociale di primissimo piano, da parte di un uomo delle istituzioni, che si somma alla chiarissima fama di ricercatore ed eccellente maestro nell’accademia, fa del Prof. Andrea Lenzi l’esatto paradigma della personalità accademica, istituzionale, imprenditoriale, delle libere professioni o delle arti, che il Premio “Cognitio et Vis” si prefigge di celebrare quale modello di competenza e virtù.

    Giuseppe Cappochin

    Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Giuseppe Cappochin è un architetto di grande fama in Italia ed all’estero, esperto di pianificazione territoriale ed urbanistica, consulente di numerose amministrazioni per la stesura e l’aggiornamento degli strumenti urbanistici generali e locali. Studioso di rigenerazione urbana sostenibile, sostenitore della necessità di preservare l’ambiente e riavvicinare ad esso l’uomo urbanizzato, è autore di importanti pubblicazioni in tema di eco-districts e green cities. Presidente della Fondazione Barbara Cappochin, giovane studentessa d’architettura prematuramente scomparsa, è impegnato a mantenerne vivo il ricordo attraverso la ricerca di un filo conduttore che unisca vita ed architettura, promuovendo la sinergia tra le tre figure chiave che ruotano attorno al costruito: il Committente, il Progettista ed il Costruttore, affinché ciascuno di essi indirizzi le idee, le scelte ed il materiale verso la qualità. La biennale d’architettura che organizza, in collaborazione con l’Unione Internazionale Architetti – UIA, è luogo di confronto tra visioni e culture architettoniche, tra di esse diverse eppure tutte convergenti sull’assunto che solo attraverso un’equilibrata e positiva sintesi dei tre fondamentali ruoli suddetti è possibile giungere alla realizzazione di un’opera di buona qualità architettonica, che garantisca una buona qualità di vita. Le grandi qualità professionali ed umane, unite alle doti di leadership che lo hanno posto al vertice della rappresentanza nazionale della propria categoria, fanno dell’Arch. Giuseppe Cappochin un esempio emblematico di figura accademica, istituzionale, imprenditoriale, delle libere professioni o delle arti, che il Premio “Cognitio et Vis” si prefigge di celebrare quale modello di competenza e virtù.


    BACK TO #APICESPEOPLE

  • IT
  • EN
  • RU